Seleziona una pagina

Nel mezzo del cammin di questo settembre
mi ritrovai in un bus della Giusssy tour
con la diritta via per il Garda già traff..tracciata
Ahi il mix vin bianco e traffico sulla via quant’era cosa dura
Esto bus selvaggio puzza di morte
che nel pensier rinova la paura!

Si inizia con il taglio di affettati, di formaggi e di torte;
ma per trattar del ben ch’i’ vi trovai,
dirò de l’altre cose ch’i’ v’ho scorte.

Io non so ben ridir com’i’ v’intrai,
E. Scobar (detto Pablo) vestito di tutto punto
La mia speranza di giunger a destinazione presto abbandonai.

Ma poi ch’i’ fui al piè d’un colle giunto,
là dove terminava quella “Manno-Ponte Tresa” (Nell’ora di Punta) cotto a punto
che m’avea le ossa dal corpo disgiunto,
guardai in alto, e vidi la strada verso il Monte Fato
1000 scalini da infarto e un caldo da oro colato
che mena dritto altrui al Parco Avventura, al pasto agognato.

Allor fu la paura un poco queta
che nel lago del cor m’era durata
veder Schäppi avvinghiato alle corde (di Safety Belt United Airlines automunito) diretto verso la meta.
Ma giunse quel Giacomo che con lena affannata
uscito fuor da un tronco con passaggio ingrato
si volse verso Nicole dettando istruzioni alla povera malcapitata,
l’animo mio, con pietà osservava,
scacciando zanzare killer che sora Sofia già collezionava.

Poi ch’io posato un poco il corpo lasso,
ripresi la via per il bosco a più non o-possum,
sì che al capezzale di Frank Stoppa giunsi gridando “Per Bacco!”

Ed ecco qui, il Romolo Nottaris di Mendrisio
a superar come uno scimpanzé rami, ostacoli con patta pronunciata munito
Ufficiale e Gentiluomo la sua amata 1 km addietro, bocciaaato!

Temp’era di lasciar quel luogo divino,
il sol montava ’n sul capo levando ogni respiro
tanté che dalle corde franò Crodino Mirkino
salvato dallo spilungo Filo che allungando le braccia evitò il “Mirko Brodino” *

*nuovo Koch-Tail – nelle migliore Distillerie, Lanztose free

L’ora dell’avventura e dei lividi era ora passata;
ingurgitati anche a grandi sorsate acqua e frutta appassita
la via per Riva del Garda era li dietro l’angolo, preparata.

La stanchezza parea contra me venisse
con la testa nel cul e con rabbiosa fame,
Tobia sapeva già di sedere di cane.

Ed una Salo, che di tante cavolate
sembiava già carca ne la sua magrezza,
si gettò in piscina spruzzando gli astanti ,
giunti li per pace e rilassatezza

I clienti dell’Albergo spaventati dalla Canegatpresenza facevano la rissa,
per chi prima arrivava in camera a proteggersi da urli, schiamazzi e peti in vasca.

Rovinammo presto in un bar vicino al Ristorante di li a poco,
in una vecchia stazione rifocillandoci con Kochtail, stuzzichini creando maremoto

Chi in quel loco aveva sperato in lungo silenzio parea sconfitto,
un vociare e uno sciamar da lasciar ogni astante basito.
Fortuna vuole che il lauto pasto in altro loco ci aspetta
La carovana si sposta verso un banchetto da Brioschi e Bouillotte (“buiott”) sottocoperta.

Morii sub Albergo all’Una circa, ancor che fosse presto,
e vissi la Domenica sotto effetto di Bacco in Cantina e a Bardolino per un riassesto
nel tempo de li Valtulini, de li Pellegrini e de li Piffaretti
il dinosauro ritornava verso Stabio con peti, rutti e vestiti putrefatti.

Ed ora il momento tanto atteso, quello dei premi

Tutti sono stati importanti in questo weekend ma va dato a Cesare quel che é di Cesare a chi ha dato il peggio o il meglio di se. Ovviamente qualcuno/a l’ho dimenticato/a e mi scuso..età avanza. M.

Premio Eurosong/Molestie: Dj Lobster per averci fatto sorbire per ore l’intera discografia di gruppi

-svizzerotedeschi

-tedeschi che abitano in Svizzera

-canzoni dello Scoiattolo

-canzoni “bimbominchia” (cit. Ale Schäppi)

Ed inoltre (come se non bastasse..)..per aver mostrato dei piedi neri pece (saranno stati peli?) al pubblico nel viaggio di ritorno e per aver tentato più volte di spacciare “Snuff” a tutto il bus.

A te il disco di platino del famoso dj Frank Stoppix, di recente riaffermatosi nel panorama mondiale della musica dopo anni d’assenza forzata (sei riuscito a farlo riaffermare ndr) composto dalle Hit del Momento oltre ai grandi classici di Celentano, Nilla Pizzi, Alberto Camerini e Pista l’Autista. Pronto Giuseppe.

Premio Soccorso Alpino: Filo Doninelli. Nonostante una forte candidatura per il premio Molestie (nel viaggio di ritorno) e soppesando il contributo su due giorni la tua capacità di salvare da una morte certa il Sig. Mirko Costa ha la meglio. A te un Kit di sopravvivenza composto da Unghie Incarnate, Pile di Valtu (Ltd Edition, 1943) e testosterone in comode fialette di Piff. G.G.G.

Premio Ansia e Emilia Romagna: FIff. Par un leone in gabbia quando annuncia dopo il pranzo di domenica che di li a un ora si parte. L’abbigliamento lo colloca verso altre regioni italiane. I calzoncini tecnici della Chicco evitano che l’immonda muscolatura risulti troppo aggressiva agli occhi di chi guarda. C’é da rilevare che, recuperato nel post serata di sabato sera, rannicchiato come un calzino dopo una centrifuga mentre tenta di dormire viene svegliato dall’irruenza dei suoi compagni di camera. A te un invito al prossimo Pijama Party di Frank Stoppa. Stella stella dimmi tu

Premio Vorrei ma Non posso: a Paola a cui viene anche consegnato il premio “Gruppo più Motivato. Lei come l’intera famiglia non mollano un centimetro durante i due giorni se non per sfinimento al Rapunzel Capunzel Bavaro Gerry Bretzeli. Ma l’ora è oramai tarda e le fatine dei buoni consigli (Ally Nava Mc Beal e Sofi Ciocca Blu) suggeriscono una messa a letto.  Pacco Famiglia di Ciupa Ciups e un peluche a forma di Shaggy Traslocatore. Forza e coraggio pirati all’arrembaggio.

Premio Bungee jumping: Mirko Costa. Un cartellino con le tue generalità era già stato preparato per esser appeso per il riconoscimento al tuo ditone del piede (pane per i denti di Emily Prantis Gianola). Fortuna vuole che il tuo angelo custode Pippo, sempre pronto a dar la mano da vicino e da lontano, sia intervenuto in tempo salvandoti da un destino avverso e ricco di Avvoltoi. Per te una paletta di Crodini di Colori differenti suddivisi secondo la speranza di vita espressa in anni (grazie a Giacomo Caccia per la formula matematica appositamente preparata) da detrarre al loro ingurgito. Vola colomba bianca vola.

Premio “Walking Dead”: a Mone per il passaggio dalle panchine dell’Aperitivo presso l’ex-stazione dei Treni al Bagno di circa 1 ora (con probabili esalazioni sul percorso). A te un Trottinette del TCS “Ettore Edition” (maskara compreso). La marcia dei pinguini.

Premio Top Gun:  Ale Capiaghi. Oltre a sopportare un ritorno a base di Molestie & Musica Zucchina ha dovuto affrontare le insidie del varco aria condizionata sparata proprio sul collo (li dove osano le aquile, le anguille e i rinoCeroni). Grazie al potere racchiuso nella cintura di Tom Cruise unitamente alle infradito numero 22 delle figlie della Paola ha potuto sopperire alle insidie dell’ambiente circostante. Un piacevole e gradito ritorno per il nostro Hartman. Pedina fondamentale. Crepi Ho Chi Minh

Premio Cartapacking/Ufficiale e Gentiluomo (ex aequo): Frank Stoppa. Per essersi ingurgitato uno scontrino mentre stava disquisendo sui cetrioli con Fede. La conseguenza di tutto questo (complice Jack Caccia) è stato il pianto del sottoscritto dal ridere. Certi gesti non hanno prezzo. Lascia la sua morosa a 1 km di distanza la in cima agli alberi credendo che sia dotata di ali. Un vero lord. Per te una scatola di matite colorate e dei fogli a quadretti pre-intestati dove scrivere per 100 volte “Aspettare Anouk Aspettare Anouk Aspettare Anouk…” (istrumental). Mister Zuccherino.

Premio Ralph Spaccatutto: Syl Von Daeniken. Ancora oggi non sappiamo come scrivere il tuo nome e figuriamoci il cognome. Si diletta nel parco avventura superando ostacoli che meglio non potrebbe lasciandosi esibire in una spaccata che solo a vederla vien male alle parti basse. Si destreggerà in coreografie nel viaggio di ritorno mentre percorriamo ogni strada secondaria per evitare il traffico. A te una confezione di ovetti Kinder da lanciare addosso a Lobster quando si improvvisa Dj. Sylvie comunque tu lo scriva.