Seleziona una pagina

La musica ha un grande potere: ti riporta indietro nel momento stesso in cui ti porta avanti, così che provi, contemporaneamente, nostalgia e speranza.
(Nick Hornby)
Son passati oramai 15 anni dalla sua fondazione, tra cambi di maestro, cambi e giri di mutande, di presidenti e di effettivi ma la passione non sembra essersi ancora affievolita. La sete é sempre (ben) presente.
Forti di un folto e motivato gruppo di iscritti e di un comitato in continuo ricambio giungiamo ai festeggiamenti con questo open air (grazie al comitato per l’ottima organizzazione e a tutti gli aiutanti esterni/interni).
La serata si apre con un aperò musicale proposto dalla costola dall’oramai affermata brass band “Ciuladores” (vera e propria costola della Canegat) che intrattengono i primi presenti in maniera ottimale. Jack si dimena già come una trottola e viene inchiodato al palco con dei chiodi. Silvio Lanzi ha già ripulito la zona con il suo Kärcher Capriasca Yan Edition e picchia sul rullante come se ammazzasse una scolaresca di zanzare. Il suo compare capriaschese mostra delle infradito d’alto livello mentre spara con la tromba con il compare Shaggy, splendido come il sole e privo del ciuffo da TinTin. Suarz mostra il pettorale spoglio come il sedere di un bimbo fieramente. I bicipiti già fanno impazzire le over 60 (sixty) presenti. Tobolo ha creato un varco nelle scarpe per poterci far passare i suoi piedi kilometrici e muove la Coulisse avanti e indietro senza sosta. Per Filo il proprietario dell’immobile ha dovuto far rialzare la terrazza così che potesse suonare. Le griglie sono già in funzione e la piazza si riempie poco a poco. 
Ciuladores in azione
Terminato l’aperò musicale la gente si accalca in zona griglia e gusta le favolose pietanze preparate da Chef Boris (reduce dalla fabbrica di cioccolato) e dal Suo Team
Dall’altra parte il Team Roulotte spina birre a tutto spiano. Gli fa eco il Team Tendina, con Brian Wilson che racconta aneddoti e diventa sponsor ufficiale delle Mebucaine (in meno di 30 minuti riesce a perdere la voce).


                                   
Nella serata poi si susseguiranno altri gruppi. I primi ad aprire le danze sono i mitici Giò Desfàa che propongono un folk rock in salsa dialettale. Seguiranno i Sonic Ravens, rock band di Vevey al cui interno milita anche il fratello di una nostra canegattina (Aurelie). 
Wilson mostra i peli superflui sul suo sedere
                                             
Termineranno la serata gli Alto Voltaggio che faranno ballare il pubblico a suon di rock con delle cover di AcDc, Gun’s Roses e Deep Purple oltre che con pezzi propri. 

 

Un grazie doveroso va anche agli sponsors della manifestazione, senza i quali questa festa non sarebbe stata possibile.